Ad imageAd image

Eddie Alvarez, dopo ONE Championship apre a UFC o Bellator

Alessandro Podio
Alessandro Podio
4 minuti di lettura
Nate Diaz ed Alvarez, ONEChampionship tra passato e futuro

Eddie Alvarez, che era inizialmente entusiasta della firma con ONE Championship, cerca ora una risoluzione amichevolmente dal contratto stipulato.

L’ex campione dei pesi leggeri UFC ha maturato la decisione ultimamente, motivandola col fatto che il suo contratto e la sua carriera si stiano avviando alla conclusione.

- PUBBLICITA-

Alvarez ha recentemente rivelato che lui e ONE Championship si sono accordati in merito, ma non ha specificato le ragioni che lo hanno spinto a farlo, limitandosi a rivelare nella puntata di

mercoledì di The MMA Hour che vuole concludere la sua carriera nel suo paese natale.

Il contratto stava per scadere, Eddie Alvarez afferma di aver parlato con il proprio agente, facendo presente di voler terminare la carriera negli Stati Uniti”.

Hanno quindi concertato a tavolino con ONE Championship, l’idea di spostarsi progressivamente negli Stati Uniti, organizzando i primi incontri in Asia, spostandosi gradualmente, verso la fine

del mio contratto, agli Stati Uniti.

Alvarez si è classificato 1-2, con un no contest, nei quattro incontri disputati con ONE.

“The Underground King” ha lasciato l’UFC dopo una sconfitta per TKO al secondo round contro Dustin Poirier a UFC on FOX 30 nel luglio 2018.

Al momento Alvarez ambirebbe a firmare con la PFL, soprattutto perchè al 38enne sarebbe molto gradita la struttura a stagioni.

Se da un lato infatti si tratterebbe di una nuova stesura del curriculum sulla sua carriera, dall’altro Eddie Alvarez sarebbe più che felice di tornare nelle due organizzazioni statunitensi che ha contribuito

a promuovere, UFC e Bellator.

 

Eddie Alvarez vuole combattere negli USA

Ediie Alvarez fa la propria disamina della situazione: “sfortunatamente, la pandemia ha messo a soqquadro tutti i miei piani e ha rallentato di molto la progressione della mia carriera, è molto

probabile che io stia per firmare il mio ultimo contratto e voglio combattere qui negli Stati Uniti“.

Voglio e devo combattere negli Stati Uniti per finire la mia carriera qui“.

Ho avuto solo una brutta separazione con una società, nella mia carriera e non voglio mai più essere coinvolto in una cosa del genere, non l’ho mai fatto da allora e non credo che lo farò mai,

sono un adulto che conosce lo sport ed il business“.

Cerco di aggiungere valore a qualsiasi promozione in cui vado, e le persone con cui firmo lo sanno, ed a parte una sola promozione, non ho mai avuto motivo di litigare con nessuno“.

Per quanto riguarda la destinazione il fighter dichiara di aver fissato incontri con “tutti i nomi più importanti” per quanto riguarda le promozioni a partire dall’inizio di ottobre.

Sì, tornerei all’UFC e tornerei a Bellator, il mio divorzio disordinato è stato con Bjorn Rebney, non con Scott Coker che anzi ringrazio”.

“Il mio problema non è mai stato con Bellator , ho avuto un battibecco con il presidente e lui è stato licenziato, ma finché ci saranno grandi combattimenti e grandi nomi coinvolti in quella

compagnia, molto probabilmente dirò di sì e terrò aperte le mie opzioni“, conclude Eddie Alvarez.

eddie alvarez ph. facebook@alevarez

 

Scarica la nuova APP di The Shield Of Sports e rimani sempre aggiornato CLICCANDO QUI

The Shield Of Wrestling è anche sulla carta stampata, puoi trovare tutti i numeri di TSOW Magazine CLICCANDO QUI

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Segui TSOS su FacebookSeguici su Google News
Condividi l\'articolo
Un milanese trapiantato a Misano Adriatico. Giornalista freelance dal 2005, collaboro con diverse testate giornalistiche locali e nazionali. Mi occupo prevalentemente di sport, che seguo a 360 gradi, con particolare attenzione al calcio, arti marziali e sport da combattimento in genere, ma seguo (e scrivo) volentieri di qualsiasi competizione esistente. Infine, attualmente curo la sala stampa per due festival del cinema della città di Ravenna.
Lascia un commento