Ad imageAd image

Keith Pelley è il nuovo Chairman della IGF

Pasquale Basile
Pasquale Basile
2 minuti di lettura
Keith Pelley è il nuovo Chairman della IGF

Keith Pelley è stato nominato nuovo Chairman della International Golf Federation.

Già CEO dell’European Tour, l’americano ricoprirà il ruolo anche nella federazione internazionale riconosciuta dal CIO, che si sta preparando per Parigi 2024.

- PUBBLICITA-

Mentre l’americano è nuovo al suo incarico, la presidente della federazione, l’ex golfista Annika Sorenstam è stata confermata a capo dell’organismo.

 

Keith Pelley è il Chairman della International Golf Federation

Keith Pelley è stato annunciato come nuovo Chairman della International Golf Federation, la federazione golfistica riconosciuta dal CIO e che ha giurisdizione sugli eventi internazionali legati all’amateurismo e ai Giochi Olimpici.

Sono davvero onorato di ricoprire questo incarico così importante e prestigioso, non vedo l’ora di mettermi al lavoro per continuare a contribuire allo sviluppo del golf a livello globale, ribadendo l’inclusività di questo sport, davvero per tutti”, ha dichiarato il canadese, già CEO dello European Tour dopo una carriera dirigenziale nella televisione nazionale locale e nel Football Canadese.

Nel frattempo, Annika Sorenstam è stata confermata a capo della federazione. La ex golfista svedese è la numero uno della IGF dal primo Gennaio 2021 dopo aver sostituito Peter Dawson, che era in carica dal 2010.

 

 

Supporta TSOS

  Effettua una donazione a TSOS  

Scarica la nuova APP di The Shield Of Sports e rimani sempre aggiornato CLICCANDO QUI

The Shield Of Wrestling è anche sulla carta stampata, puoi trovare tutti i numeri di TSOW Magazine CLICCANDO QUI

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Segui TSOS su FacebookSeguici su Google News
TAGGATI: ,
Condividi l\'articolo
22 anni, da Napoli. parlo di sport perché sono un grande appassionato e sicuramente son più bravo a scriverne che a praticarli. Chi lo dice a tutti gli altri che non esistono solo Brady e Jordan?
Lascia un commento