The Shield Of Sports
News dal mondo degli sport

IWA Roma Caput Mundi – Review

Dal nostro partner: The Shield Of Wrestling
Simone Degano

IWA Roma Caput Mundi – Review
Simone Degano
IWA Roma Caput Mundi – Review

Fan del wrestling italiano benvenuti alla review di IWA Roma Caput Mundi, show che si è svolto ieri 13 novembre 2021 al Palatorrino di Roma.

Qui è il vostro Simone Degano che ha avuto il piacere di assistere dal vivo all’evento insieme ad altri membri della redazione di The Shield Of Wrestling.

IWA Roma Caput Mundi: la nostra review

Ad aprire lo show è il presidente della Italian Wrestling Association Diego Piacentini che ringrazia il pubblico presente e, in un giorno speciale per i fan del wrestling come il 13 novembre, dedica lo show a Eddie Guerrero scomparso 16 anni fa.

TITOLO IWA DEI PESI LEGGERI: Bjorn (c) vs Spencer

Il match parte fortissimo e serve a scaldare il pubblico presente che risponde alla grande. I due atleti ci deliziano con manovre rapide e veloci, con un Tope con Hilo di Spencer che infiamma i circa 200 fan del Palatorrino. Spencer e Bjorn portano avanti un incontro da “manuale dei pesi leggeri” mostrando anche una buona chimica: alla fine, però, è il campione in carica a portarsi a casa la vittoria e a difendere la cintura grazie ad un Flying Elbow Smash arrivata dopo un emozionante tributo a Eddie Guerrero.

A fine match abbraccio tra i due dopo l’ottima prova.

VINCITORE E ANCORA CAMPIONE: BJORN [VOTO: 7]

Dave Blasco vs Nano Lopez

Dave Blasco si presenta sul quadrato con il suo classico modo arrogante e insulta i fan presenti a bordo ring dando loro dei “pulciari”. L’incontro è decisamente più lento dell’opener anche se lo scambio di durissime chop e di colpi violenti tra i due ha reso il match molto godibile. Nano Lopez tenta più volte di prendere il sopravvento ma il monolitico Dave Blasco mette fine alla contesa e si porta a casa l’incontro.

VINCITORE: DAVE BLASCO [VOTO: 6]

Psycho Mike vs Chris Steel

Psycho Mike attacca il rivale prima dell’inizio dell’incontro, beccandosi subito molti fischi da parte del pubblico. Dopo un inizio un po’ a rilento, però, il match ingrana e i due mostrano delle manovre niente male: Steel mette a segno più di una volta le sue classiche Neckbreaker, mentre Psycho Mike fa scattare in piedi tutti grazie ad un Superplex dalla terza corda.

Alla fine, però, a spuntarla è Chris Steel che si prende il meritato applauso del pubblico.

VINCITORE: CHRIS STEEL [VOTO: 7-]

TRIPLE THREAT MATCH: Sebastian De Witt vs RJ Singh vs Flyin’ Gabriel

WOW! Un match incredibile, lottato ad una velocità massima con i tre che non hanno mai tolto il piede dall’acceleratore. L’incontro, infatti, viene fortemente seguito dal pubblico con urla, applausi e cori: i tre ripagano l’affetto con manovre combinate ad alto rischio, voli folli e tanto divertimento.

È Sebastian De Witt a conquistare la vittoria con furbizia, come potete vedere dal video qui sotto:

Dopo l’incontro RJ Singh ha preso il microfono e ha ringraziato il pubblico italiano.

VINCITORE: SEBASTIAN DE WITT [VOTO: 7,5]

LA BATTAGLIA DEI GLADIATORI

Arriva ora la Battaglia dei Gladiatori, una divertente Battle Royal che è riuscita a coinvolgere il pubblico (tutto schierato dalla parte di Mister Mastodont. Il match prosegue senza particolari acuti, con gli atleti che comunque mostrano delle ottime abilità sul quadrato. L’MVP dell’incontro è stato senza dubbio Big Buffalo Luke, che una volta eliminato ha anche trovato il tempo di ringraziare i fan per il grande calore dimostrato.

Emily Ramirez vince la contesa dopo essere rimasta fuori dal ring per diverso tempo. Dopo il match David Karm omaggia Mister Mastodont, ma il gigantesco atleta effettua un turn heel e lo brutalizza al centro del quadrato.

VINCITORE: EMILY RAMIREZ [VOTO: 6]

#1 CONTENDER MATCH PER IL TITOLO ITALIANO IWA: Cara Noir vs Karim Brigante

Che spettacolo. CHE SPETTACOLO!
Cara Noir è un atleta di un altro pianeta, ma la cosa bella è che il “nostro” Karim Brigante ha superato “l’esame” a pieni voti non sfigurando affatto e sfoderando una prestazione magnifica.

Il match è, manco a dirlo, lo show stealer della serata: la tecnica e la velocità del “Cigno Nero” (che, tra l’altro, ha emozionato tutti con la sua entrata) si sposano benissimo contro la potenza e l’aggressività di Karim Brigante.

L’incontro si conclude con il trionfo di Karim Brigante, con i due wrestler che si beccano la meritata standing ovation da parte di tutti i presenti a IWA Roma Caput Mundi.

VINCITORE: KARIM BRIGANTE [VOTO: 8,5]

UNSANCTIONATED MATCH: Mr. Flowley (con Big Buffalo Luke) vs Zoom (con “Il Monnezzico)

Mr. Flowley entra sul ring introdotto dal video in cui alcuni senatori esultato per la non approvazione del DDL Zan, con il wrestler che porta sul quadrato la bandiera arcobaleno. Dopo un acceso scambio di cattiverie con “Il Monnezzico”, arriva Zoom sul ring ed il match può cominciare.

L’incontro non dura tantissimo, con i due atleti che comunque riescono a divertire ed intrattenere con dei rapidi scambi di manovre velocissime che si concludono con un roll-up finale che dà la vittoria a Zoom. Al termine dell’incontro, però, il povero Zoom viene demolito al centro del ring da Big Buffalo Luke.

VINCITORE: ZOOM [VOTO: 6]

TITOLO IWA DEI PESI MASSIMI: Jordan Saeed (c) vs Flavio Augusto

E ora è tempo di main event!
Il campione in carica, il britannico Jordan Saeed, sfida l’idolo di casa Flavio Augusto che nella sua Roma riesce a trionfare e a vincere il massimo alloro della Italian Wrestling Association nel main event di IWA Roma Caput Mundi.

I due si trovano benissimo sul quadrato e danno vita ad un incontro molto duro: Saeed sembra aggressivo e spietato, non ha intenzione di mollare la cintura, ma l’Imperatore getta il cuore oltre l’ostacolo e fa impazzire i fan presenti sconfiggendo l’avversario e portandosi a casa il titolo.

VINCITORE E NUOVO CAMPIONE: FLAVIO AUGUSTO [VOTO: 7]

Per me, personalmente, si trattava del primo show italiano visto dal vivo. Che dire? Sono rimasto piacevolmente colpito da IWA Roma Caput Mundi. Tutto ciò che ho visto è stato decisamente moooolto meglio di quanto pensassi prima dell’inizio dell’evento. Tutto lo show è stato di altissimo livello, con il picco che è stato raggiunto nell’incontro tra due vere star come Cara Noir e Karim Brigante che hanno battagliato per circa venti minuti. Da ieri, però, ho un nuovo idolo: Chris Steel.

Inoltre gli atleti, a fine show, sono stati tutti molto disponibili per foto ed interviste che troverete sui nostri canali social molto presto. Infine c’è da dire che sono rimasto colpito dal fatto che a fine show tutti e dico TUTTI gli atleti che hanno preso parte all’evento hanno aiutato a smontare il ring e a rimettere al loro posto sedie e panche, dimostrando grande umiltà.

Da parte mia e da parte di tutta la redazione di The Shield Of Wrestling può arrivare solo una parola: BRAVI!

The Shield Of Wrestling è anche su carta stampata! Puoi trovare tutti i numeri di TSOW Magazine, CLICCANDO QUI.

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Per farti due risate a tema wrestling, segui i nostri amici di Spear Alla Edge su Instagram!

Bret Hart ha firmato un contratto con la AEW?Seguici su Google News

Ricevi aggiornamenti in tempo reale sul tuo dispositivo! Iscriviti ora!